YouTools-Store | Acquisti on line: quando mi devo preoccupare?
Youtools Login I tuoi ordini Preferiti Carrello Ricerca
Carrello
€ 0,00
Youtools Cerca
Torna al Blog
Valerio Valerio - 08/01/2020
Tag: Consigli Utili

Acquisti on line: quando mi devo preoccupare?

Quando si acquista qualcosa on line, soprattutto da un venditore che non si conosce, l'attenzione è sempre buona norma e non si deve mai aver fretta di chiudere un "affare".
Per limitare le preoccupazioni meglio cercare informazioni prima: oggi on line è molto semplice.
Recensioni Google, TrustPilot, Trovaprezzi, eBay, Amazon o qualsiasi altra origine "esterna" al sito sono tutte fonti attendibili. I feedback che trovate invece direttamente dal sito del venditore possono essere assolutamente pilotati o censurati alla fonte, per presentarne molti positivi.
Un sito che ha diverse decine di opinioni positive in internet da fonti terze è sicuramente affidabile. Potete essere sfortunati con il singolo prodotto non come presentato o con la spedizione persa o danneggiata, ma non incorrerete mai in una truffa.
Se non trovate nulla in riferimento ad esperienze di altri clienti, controllate i riferimenti forniti nella pagina contatti o "chi siamo", verificate l'indirizzo, chiamate i numeri di telefono per chiedere una qualsiasi informazione, scrivete agli indirizzi mail e attendete risposta. Normalmente in caso di situazioni strane queste informazioni saranno incomplete o non porteranno facilmente a risposta, in questi casi diffidate categoricamente.
Ricordate che i prezzi incredibilmente bassi, senza alcuna esperienza d'acquisto comprovata precedente di altri, sono sempre il primo segnale di potenziale truffa.

Verificato tutto ed effettuato l'acquisto, dopo quanto mi preoccupo?
Se il sito non vi informa più di nulla dopo 2 o 3 giorni e non ha una sezione apposita per controllare lo stato dell'ordine contattateli. Oggi è molto improbabile che non vi arrivino mail e non possiate vedere lo stato della lavorazione, ma non si sa mai.
Se non ricevete risposta preoccupatevi: qualcosa non sta procedendo correttamente.
Se avete avuto comunicazioni o potete vedere che l'ordine in lavorazione, dopo 2 o 3 giorni che lo status non cambia, provate a verificare se i prodotti acquistati avevano indicata una disponibilità differita. Per esempio nel nostro sito alcuni prodotti hanno una disponibilità di 3/5 giorni, perché necessitano di lavorazioni aggiuntive prima delle spedizioni (es. i rivestimenti degli utensili, fatto al momento) a volte queste tempistiche vengono indicate nelle descrizioni del prodotto o con un semaforo verde-arancione-rosso che indica la disponibilità immediata o differita a magazzino.
Se avete prodotti non disponibili immediatamente è normale che la lavorazione dell'ordine sia ferma per il periodo indicato dal sito. Mettetevi un promemoria alla scadenza di questa tempistica dichiarata, per chiedere immediatamente notizie e aggiornamenti.

Nel caso precedentemente descritto non è il caso di preoccuparsi, anzi spesso è un buon metodo per appurare la velocità e la precisione delle risposte del venditore, che è uno dei più importanti indici di serietà di un e-commerce oggi.

Qualora le informazioni arrivino tardive o frammentarie invece bisogna avere un po' di attenzione in più. A volte capita anche che chi risponde ai clienti dia delle risposte in contrasto con quanto dichiarato nella pagina di controllo dell'ordine, per esempio confermi che la spedizione sia già stata effettuata, quando sul riepilogo l'ordine risulti ancora in lavorazione.
Anche qui non è il caso di perdere la calma. Si tratta nella maggior parte dei casi di allineamenti non immediati di sistemi di gestione delle spedizioni. Stessa cosa per i tracking dei corrieri: è normale non vedere immediatamente la spedizione aggiornata sui vari siti GLS, SDA, DHL ecc. Riprovate dopo le 19, quando normalmente i pacchi vengono elaborati dai magazzini dei corrieri e vedrete gli aggiornamenti.

Se le risposte non arrivano invece è molto grave. Se finora consiglio di mantenere la tranquillità, quando non vi vengono fornite risposte per giorni dovete pretenderle, se non le ricevete portatevi avanti, contattate i social del venditore pubblicamente, in modo che gli altri potenziali clienti vedano che avete un problema, recensite su Google (e dove le recensioni sono poi facilmente modificabili), chiamate e scrivete.
Considerate che molti negozi rispettano periodi di ferie per le proprie amministrazioni e magazzini, in questi casi verificate sul sito le chiusure indicate e abbiate più indulgenza, è vero che una risposta via mail non si nega a nessuno, ma il 25 dicembre è comprensibile non riceverne.
E quando il pacco risulta partito?
Chiedete sempre la tracciabilità, magari anche spendendo qualche € in più. In questo modo avrete modo di seguire il pacco e vedere subito se ci sono problemi o ritardi. Quando avete un numero di tracking siete tranquilli. Il problema a quel punto può sorgere solamente con l'autista del corriere. Se vivete fuori città, lontano dai magazzini di partenza dei furgoni dei corrieri, probabilmente vi sarà già capitato di dover attendere più del normale per ricevere le vostre spedizioni.
Purtroppo le località disagevoli da raggiungere subiscono spesso un ritardo nella consegna, perché i driver fanno solo 2 o 3 passaggi a settimana nella zona. Anche qui non c'è da preoccuparsi, l'importante che non si raggiungano tempistiche molto più ampie di quelle dichiarate dal venditore o dal vettore.
Tutt'altro discorso se si trovano status della spedizione strani, ad esempio passaggi dichiarati con destinatario assente, quando voi eravate in casa, oppure "indirizzo errato" o "destinatario sconosciuto". Se avete scritto correttamente l'indirizzo al momento dell'ordine, indicando il cognome che si trova sul citofono, allora è possibile che ci possa essere un problema.
Il consiglio in questo caso è contattare il magazzino di riferimento del corriere al più presto, in questo modo si potrà non solo capire dove sia la difficoltà , ma anche prendere accordi per la consegna più veloce possibile.
Come cancellare una etichetta o una stampa su plastica o una serigrafia
Video tutorial - sgorbia stella bianca
L'autore
Valerio
About Valerio
Sono Valerio, classe '86. Diploma classico nel 2005, nel 2012 mi laureo in Economia presso l'università di Torino; nel 2013, insieme al mio storico amico Mimmo, fondo YouTools, un'azienda nuova, giovane, animata dall'entusiasmo dei suoi creatori. Appassionato di informatica e fai da te mi accorgo che l'offerta di utensili di qualità, che "permettano di fare esattamente quello che devo fare, nel miglior modo possibile" è scarsa come varietà e qualità, spesso a prezzi immotivatamente esorbitanti. Sono figlio d'arte, i miei genitori sono i titolari di una storica utensileria del torinese, che vende alle grandi industrie metalmeccaniche italiane. Grazie alla condivisione delle loro esperienze capisco che l'Italia vanta una grande varietà di produttori e distributori che è ancora in gran parte inespressa, soprattutto sul canale internet. Il nostro scopo è far conoscere e apprezzare la qualità degli utensili italiani (e non solo), con la comodità di riceverli in breve tempo direttamente a casa. Risparmiando all'atto dell'acquisto (la nostra organizzazione ci consente prezzi altamente concorrenziali) e nel tempo, con utensili che durano di più e funzionano meglio.
0
Chiudi Questo sito utilizza cookie per finalità statistiche:
queste informazioni non sono condivise con terze parti.
Proseguendo con la navigazione acconsenti a
prestare il consenso alla nostra Cookie Policy