YouTools-Store | CONSIGLI UTILI #5: PULIZIA E SANIFICAZIONE
Youtools Login I tuoi ordini Preferiti Carrello Ricerca
Carrello
€ 0,00
Youtools Cerca
Torna al Blog
Mimmo Mimmo - 05/05/2020
Tag: Consigli Utili - gel igienizzante - igienizzazione - sanificazione

CONSIGLI UTILI #5: PULIZIA E SANIFICAZIONE




Riprendiamo la nostra serie di consigli utili per elencare e riassumere nel modo più semplice possibile tutte le misure utili alla protezione e all’igiene personale e dei propri clienti (se rientri nei casi in cui il tuo lavoro è uno di quelli in cui il contatto diretto e ravvicinato con il cliente è condizione necessaria perché il tuo lavoro esista).

 

Inutile ricordare che la prima misura da adottare a prescindere da che tipo di lavoro tu svolga, è la detersione delle mani, che deve avvenire, e ci scusiamo per l’uso di questa parola, in modo quasi compulsivo. È importante garantire a se stessi e agli altri la massima igiene con quelli che possiamo definire gli strumenti di lavoro di tutti noi. Quindi, se avrai contatti con dei pazienti (pensiamo per esempio alle figure degli osteopati o dei fisioterapisti), o dei clienti (barbieri, estetiste, etc) lavare le mani accuratamente prima e dopo il contatto con questi diventa estremamente necessario nonché obbligatorio.
Potrebbe essere un'idea lasciare sul vostro bancone o comunque a disposizione un dispenser di gel igienizzante, da far utilizzare prima che la persona "esterna" tocchi ad esempio il pos (in ogni caso agevolare ove possibile i pagamenti contactless).

Ideale sarebbe anche avere vie di entrata e di uscita separate, ma se il tuo locale non lo permette, naturalmente non è un problema. Pensa a come organizzare il flusso in modo intelligente e programmato!

Inoltre può essere utile dotare il tuo luogo di lavoro con cartelloni, adesivi, disegni che aiutino i propri “ospiti” a capire e comprendere al meglio tutte le norme che saranno obbligatorie e a tutela della sicurezza di tutti. Ad esempio quello dell’utilizzo delle mascherine, il rispetto delle distanze, il divieto di far entrare più di un certo numero di persone per evitare che tali distanze non vengano rispettate, etc.


Potete trovarne alcuni utili da stampare cliccando qui

 

La sanificazione ambientale sarà anche un punto cruciale, e cercheremo di spiegare al meglio come bisognerebbe agire, naturalmente tenendo bene a mente che ogni ambiente è specifico e che potrebbero essere necessarie operazioni diversificate per ogni ambiente o luogo di lavoro.

 

Concetti base:

1. la disinfezione ha l’obiettivo di ridurre al livello minimo la carica di microrganismi in un ambiente confinato, mediante l’uso di disinfettanti.

2. la disinfezione è sempre successiva alle operazioni di pulizia e non deve mai sostituire quest’ultima

3. i disinfettanti più indicati sono l’ipoclorito di sodio (al 0,1-0,5%) e l’alcol etilico (al 70-71%).

4. al fine di facilitare le operazioni di pulizia e successiva disinfezione è consigliabile ridurre al minimo la presenza di arredi, soprammobili e/o suppellettili. Sulle scrivanie è consigliabile ridurre la presenza di cancelleria e accessoristica varia

5. le operazioni di pulizia e disinfezione devono essere preventivamente programmate: sanificazione ordinaria ad inizio e fine giornata e disinfezione periodica settimanale

6. fondamentale è la disinfezione operativa quando nei locali entrano delle persone non “addette ai lavori”, operazione necessaria al fine di disinfettare tutte le superfici lavorative

7. è importante arieggiare le aree di lavoro sia durante che a seguito dell’uso dei prodotti disinfettati che per il ricambio dell’aria

8. è fortemente consigliato documentare e registrare ogni attività di pulizia giornaliera e periodica, su apposite schede di rilevazione


A questo link potete consultare i prodotti che commercializziamo. Come specificato, è bene documentarsi da fonti ufficiali il tipo di misura sarà obbligatorio attuare per i vostri locali. I prodotti sono sempre aggiornati con disponibilità reali.

 

Definizioni chiave:

Pulizia: complesso di procedimenti e di operazioni atto a rimuovere ed asportare rifiuti, polveri e sporco, di qualsiasi natura esso sia, dalle superfici e dagli ambienti. La pulizia si ottiene con idonee operazioni di lavaggio tramite sistemi meccanici e mediante acqua e detergenti. La detersione riduce sensibilmente il numero di microrganismi presenti ed è preliminare e indispensabile alla successiva disinfezione.
Sanificazione: processo atto a rendere igienicamente sano un ambiente. La sanificazione è altresì costituita dal complesso di procedure e operazioni atte a rendere salubre un determinato ambiente, dispositivo o impianto mediante interventi di detergenza e/o successiva disinfezione con disinfettanti in basse concentrazioni.

Disinfezione: operazione che ha l’obiettivo di ridurre al livello minimo la carica di microrganismi, anche potenzialmente patogeni, in un ambiente confinato; si ottiene mediante l’uso di disinfettanti o di altri sistemi di disinfezione ambientale. La disinfezione è sempre successiva alle operazioni di pulizia e non deve mai sostituire quest’ultima, dal momento che residui di sporco possono contribuire all’inefficacia del successivo processo di disinfezione. La riduzione della carica di microrganismi, tuttavia, non è mai a livello zero.

 

Periodicità delle disinfezioni: si consiglia una disinfezione periodica e giornaliera, soprattutto in riferimento al tipo di locale che deve essere sanificato.

Sanificazione giornaliera (ordinaria): operazione necessaria alla rimozione e all’asportazione di qualsiasi rifiuto e traccia di sporco e polvere da tutte le superfici dure, resilienti e tessili sia orizzontali che verticali, ad esclusione delle superfici interne degli arredi, fino ad un’altezza massima di 2 metri e facilmente accessibili, soggette a formazione quotidiana di sporco. Le pulizie quotidiane degli ambienti/aree, devono riguardare le superfici toccate più di frequente (es. porte, maniglie, finestre, vetri, specchi, tavoli, interruttori della luce, servizi igienici, rubinetti, lavandini, scrivanie, sedie, tasti, tastiere, telecomandi, stampanti). Utilizzare panni, diversi per ciascun tipo di oggetto/superficie, in microfibra inumiditi con acqua e sapone e/o con alcool etilico al 75% Si raccomanda e consiglia uso di spugne dedicate con colorazioni distinte. Le spugne e gli attrezzi usati per gli ambienti lavorativi non sono gli stessi delle parti comuni, di accoglienza e di servizio igienico, sarà bene poterle riconoscere a prima vista. La sanificazione si rende necessaria a fine giornata lavorativa.
Sanificazione operativa dopo ogni paziente/cliente/non addetto ai lavori: operazione necessaria al fine di disinfettare tutte le superfici lavorative (lettino, scrivania, elettromedicali, mobilio professionale); durante la disinfezioni è indicato indossare eventuali DPI quali mascherina, occhiali e guanti monouso. Per tali operazioni potranno essere impiegati prodotti pronti all’uso a base di ipoclorito di sodio spray con soluzioni al 0.1-0.5% (o alcool etilico al 70%) con panni monouso, eseguendo un passaggio e lasciando asciugare (verificare la compatibilità del prodotto con le eventuali apparecchiature elettromedicali e/o mobilio professionale).
Disinfezione settimanale (periodica): operazione preliminare alla detersione e disinfezione sarà la rimozione da tutte le superfici calpestabili di polvere e particelle solide con aspirapolvere o scopa manuale. Successivamente si dovranno lavare le superfici calpestabili con una soluzione di acqua calda e ipoclorito di sodio (candeggina) con una soluzione al 0,1-0,5%, lasciando agire il prodotto per almeno 10 minuti e successivamente risciacquare. L’operatore dovrà lavare i lavandini con detergente e successivamente utilizzare una soluzione al 0,5%, lasciando agire il prodotto per almeno 10 minuti e successivamente risciacquare. Si raccomanda l’uso di spugne dedicate con colorazioni distinte. Le spugne e gli attrezzi usati per gli ambienti lavorativi non sono gli stessi delle parti comuni, di accoglienza e di servizio igienico. I cestini portarifiuti andranno puliti e disinfettati con mediante ipoclorito di sodio spray con soluzioni al 0.1-0.5%. Durante la disinfezioni è indicato indossare eventuali DPI quali mascherina, occhiali e guanti monouso.

Ricambio d’aria frequente, anche e soprattutto dopo sanificazione e disinfezioni.

Registrazione degli interventi di pulizia eseguiti.
Alleghiamo un esempio di tabella su come registrare gli interventi di pulizia eseguiti. Tenere un registro e aggiornarlo vi aiuterà a non dimenticarvi ed essere più tranquilli nell’aver fatto un buon lavoro.


Scarica il file PDF

 

Fonti: Documento congiunto AIFI
ISS - Istituto superiore sanità

Di cosa parliamo
Mascherine e igienizzanti
Categoria
Mascherine e igienizzanti
Scopri la categoria
stay safe!
bonus casa 2020
L'autore
Mimmo
About Mimmo
Lavoro nel mondo dell'e-commerce da 2009, quando iniziai a collaborare con uno dei più importanti negozi online italiani. Dopo la laurea in Lettere nel 2010 decido di prendermi una pausa, e zaino in spalla viaggio per 5 mesi nel nord degli Stati Uniti. Durante il viaggio capisco che mettersi in gioco è la cosa più divertente che ci sia, e senza badare alla mia laurea in Lettere inizio a lavorare per un'utensileria, collegata con le più grandi industrie metalmeccaniche e aeronautiche italiane. Inizio quindi un nuovo periodo di studio, tra torni, fresatrici e utensili di precisione. Nel 2013, con Valerio, amico dall'asilo (sì, avete letto bene, asilo) decidiamo di fondare Youtools-store, che consideriamo solo l'inizio della nostra vita imprenditoriale. Siamo convinti che le buone idee sviluppate nel modo giusto non possano che dare risultati positivi.
0
Chiudi Questo sito utilizza cookie per finalità statistiche:
queste informazioni non sono condivise con terze parti.
Proseguendo con la navigazione acconsenti a
prestare il consenso alla nostra Cookie Policy