Category Archives: Offerte

Ecco le novità che troverai sul nuovo sito: ormai manca poco!

A cura di | 28 Marzo 2019

Se siete iscritti alle nostre newsletter, avrete sicuramente ricevuto delle nostre comunicazioni che riguardano le novità che vi aspettano nei prossimi giorni. Durante la realizzazione del sito nuovo, vi avevamo chiesto dei consigli su cosa avreste voluto trovare, e da lì siamo partiti per realizzare una piattaforma fatta su misura sulle vostre richieste.

Partiamo dalla homepage completamente rinnovata: sarà molto più semplice intuire la categoria che stiamo cercando, e cliccando su ognuna di esse, si aprirà un elenco dettagliato ed ordinato dove potrete trovare i vostri prodotti:

Una volta entrati nelle categorie, abbiamo inserito uno strumento che ci avete chiesto in tanti e che semplificherà la scelta dell’utensile per la lavorazione corretta: abbiamo lavorato tanto per ottimizzare i filtri e finalmente eccoli qui:

usando i filtri si arriverà ai prodotti desiderati in brevissimo tempo.

In questa pagina ci sarà possibilità di aggiungere i prodotti al carrello senza passare dalla scheda prodotto. I clienti abituali, una volta individuato l’utensile corretto, sarà solamente da inserire in carrello senza ulteriori perdite di tempo. Oltresì, se vorrete visualizzare la scheda prodotto arriverete su una pagina completamente rinnovata: immagini più chiare, zoom per analizzare i dettagli, proprietà di ogni articolo descritta in modo preciso e prodotti correlati, accessori e consigli d’uso sempre a portata di mano:

Altre novità: sarà possibile salvare i prodotti preferiti. Spesso la consultazione avviene da mobile, oppure durante il giorno si prepara l’ordine per poi completarlo la sera con calma. Con i preferiti avrete la possibilità di salvare i vostri prodotti e riprenderli e consultarli nel momento più opportuno. Stiamo anche preparando un programma di punti fedeltà, che vi faranno risparmiare in base ai vostri acquisti. Non cambiano i nostri punti di forza: assistenza precisa e puntale via email, via chat e via e-mail. Inoltre tutti i registrati riceveranno una newsletter settimanale con un coupon di sconto.

Stiamo ultimando gli utimi passaggi, fra non molto avrete nostre notizie sul giorno di lancio, restate collegati!

Consigli Utili #3: Foratura Metalli

A cura di | 22 Gennaio 2019

Oggi affrontiamo i problemi più comuni riguardanti la foratura. Iniziamo a fissare un concetto fondamentale: nell’80% dei casi ci sono delle punte specifiche per ogni tipo di materiale che dobbiamo forare. Prefissandoci come obiettivo un risultato perfetto, dobbiamo scegliere la punta giusta per il tipo di materiale che dobbiamo forare. In questo caso specifico approfondiremo la foratura dei metalli. La foratura di materiali come il ferro, l’acciaio, ma anche l’acciaio inox o la ghisa è un’operazione che necessita l’utilizzo di utensili estremamente performanti, studiati e progettati per essere utilizzati su materiali specifici.

Come scelgo la punta adatta?

Il primo quesito che ci dobbiamo porre è che cosa dobbiamo forare. Forare il ferro e l’acciaio inox è un’operazione completamente diversa, in quanto non consideriamo solo che punta dobbiamo usare, ma anche come usarla e dove usarla.

Iniziamo con l’acciaio inox. Per forare questo tipo di materiale la punta adatta è una punta in acciaio super rapido (HSS) arricchita di cobalto 5% oppure cobalto 8%. Il cobalto conferisce alla punta resistenza alle alte temperature e rende il tagliente più resistente. Si ottengono lavorazioni più precise e meno rischi di rotture e scheggiamenti. Di base suggeriamo sempre di usare trapani a colonna per un lavoro di maggiore precisione.

Se invece parliamo di acciaio temprato, dobbiamo essere consapevoli che non abbiamo molte alternative. Essendo la sua durezza molto elevata, abbiamo bisogno di un materiale ancor più duro per forarlo. Esistono punte construite integralmente in carburo di tungsteno (leggi questo articolo per una spiegazione dettagliata) o anche solo con delle placchette saldobrasate in cima.

Le punte integrali in metallo duro vanno usate solo su dei centri di lavoro CNC, in quanto hanno bisogno di parametri e velocità precise per rendere al 100%.

Quelle con placchette in metallo duro saldobrasate invece sono più versatili, utilizzabili non per tutte le applicazioni, ma con eccellenti risultati ad esempio sulle piastre al manganese antitrapano delle porte blindate.

Come l’inox, anche la foratura dell’alluminio e delle leghe leggere in genere necessitano di punte specifiche. Per esempio, provando a forare alluminio con una punta generica, il pezzo “impasterà” molto facilemente, creando bave ed imprecisioni, senza permettere la giusta fuoriuscita del truciolo, poichè l’alluminio è un materiale a truciolo lungo. Molto importante utilizzare quindi una punta la cui geometria è stata creata appositamente per quello.

In ogni caso chiedeteci sempre consiglio, sapremo consigliarvi l’utensile adatto.

Vi riporoponiamo di seguito una guida ai maggiori problemi con le punte, con qualche accortezza potreste migliorare la performance.

Consigli utili #2: Maschiatura

A cura di | 14 Gennaio 2019

Abbiamo finalmente completato l’inserimento degli utensili di maschiatura: potete trovare da oggi una gamma completa di maschi a macchina e di maschi a mano suddivisi per tipo di uso (generico, specifico ed alte prestazioni) e per tipo di filetto (passo fine, passo grosso e misure in pollici).
Vi lasciamo di seguito una breve guida con i consigli utili sui problemi più frequenti durante la lavorazione:

Maschi a mano e a macchina: problemi, cause soluzioni

Molti nuovi clienti ci contattano per la prima volta in cerca di aiuto, magari perché una lavorazione è andata male oppure ha impiegato più del tempo previsto e sperato. Affrontiamo oggi i problemi di filettatura, elencando una serie di problemi, spiegandone brevemente quale potrebbe esserne la causa, ed un’eventuale soluzione.

FILETTO STRAPPATO
La causa principale di un filetto “strappato” è sicuramente la scelta di un maschio non adatto al materiale. Per questo nelle nostre schede prodotto cerchiamo di elencare sempre a che materiale è adatto o adattabile il maschio in questione. Grazie alla nostra ricerca in 3 passaggi che trovate nella home, potete fare il percorso inverso, e arrivare al maschio direttamente dal materiale da lavorare.

Se si è sicuri che il maschio è quello corretto, i problemi potrebbero essere:

una lubrificazione insufficiente, un preforo troppo piccolo o una non sincronizzazione di velocità e avanzamento. Su tutti i nostri maschi, vicino alle specifiche sul passo, potrete trovare sempre il diametro del preforo consigliato, e nella sezione consigli d’uso, una tabella generale con i dati su avanzamento e velocità. Controllate sempre, e in caso ci fossero dubbi, contattateci senza problemi, vi daremo una mano volentieri!

FILETTO TROPPO GRANDE
Anche in questo caso il maschio scelto non è probabilmente adatto al materiale da lavorare, o più semplicemente potrebbe esserci un allineamento assiale imperfetto. Controllati questi parametri, un’altra causa che porta ad un filetto troppo grande è il cosìddetto tagliente di riporto: per questo controllare la velocità di lubrificazione, che probabilmente non ha abbastanza pressione. Controllare sempre anche che il pezzo sia bloccato in modo corretto ed efficace.

FINITURA SCADENTE
La causa principale per una finitura scadente è l’angolo di taglio non corretto, di solito troppo piccolo. Anche in questo caso, controllare sempre le specifiche del maschio nella sezione “caratteristiche principali” dove specifichiamo l’angolo di taglio.

Una finitura scadente potrebbe dipendere anche da una lubrificazione insufficiente, da un preforo troppo piccolo o da un maschio da riaffilare.

FILETTO DISTRUTTO
Per questo problema, sempre considerando che sia il maschio adatto al materiale che stiamo lavorando, controllare i giochi assiali del mandrino, che potrebbe non girare dritto come dovrebbe.

ROTTURA DEL MASCHIO
La rottura del maschio è dovuta a causa di problemi che abbiamo già visto nelle precedenti sezioni e che rielenchiamo qui: angolo di taglio non corretto, maschio debole perchè da riaffilare, allineamento imperfetto, preforo troppo piccolo, bloccaggio del pezzo imperfetto e lubrificazione insufficiente.

INTASAMENTO TRUCIOLI
Oltre al solito maschio non adatto al materiale e ad una lubrificazione insufficiente, in questo caso controllare la riaffilatura delle scanalature che potrebbero essere poco affilare, e “tagliando” male portano ad un truciolo differente che intasano il percorso.

SCHEGGIATURA FILETTI MASCHI
Idem per questo problema le cause possono essere differenti ed alcune già viste, come un angolo di taglio non corretto o non adatto al materiale. Importante controllare la sua riaffilatura, spesso consumata e da rifare se possibile (se troppo “usurato” si consiglia di usare un maschio nuovo”). Spesso la scheggiatura è dovuta ad una velocità eccessiva (richiedere sempre i parametri giusti se si è insicuri) o anche ad una brusca inversione: in questo caso basterà ridurre la velocità in uscita.

USURA ECCESSIVA DEL MASCHIO
La velocità eccessiva e l’angolo di taglio non corretto portano solitamente a questo problema. Risolvendo questi parametri si dovrebbe avere un miglioramento. Attenzione anche alla lubrificazione insufficiente e alla mancanza di rivestimento. Un maschio ricoperto può aumentarne la sua durata quasi dell’80%.

SURRISCALDAMENTO
Attenzione a non sottovalutare questo problema, che di conseguenza può collegarsi ad altri problemi come la rottura del maschio o il filetto distrutto. È importante controllarre che ci sia la giusta lubrificazione, che il maschio sia affilato correttamente e che la velocità sia corretta in base al materiale che stiamo lavorando.

Ricapitolando, il rendimento è fornito da diversi parametri: materiale da lavorare, diametro del preforo, profondità del foro, foro cieco o passante, condizioni della macchina e fissaggio del pezzo; questi sono gli accorgimenti che consigliamo di prendere prima di iniziare: selezionare il diametro corretto della punta per il preforo ( e fare attenzione, se il maschio da usare è un maschio a rullare, i diametri dei prefori sono diversi); assicurarsi della durezza del materiale da lavorare; selezionare il maschio più adatto per materiale e tipo di foro (cieco o passante); assicurarsi che il bloccaggio del pezzo sia stabile e selezionale il lubrorefrigerante adatto al materiale; selezionale la corretta velocità di taglio e di procedere con un avanzamento costante in entrata e ricordarsi di diminuire la velocità in uscita.

Infine, se si lavora su un centro di lavoro CNC con maschiatura rigida, si deve impostare l’avanzamento per giro uguale al passo del filetto; se si utilizza un sistema di compensazione un avanzamento ridotto al 95-97% del passo del filetto.

Buona maschiatura a tutti!

Panno21, il panno che sgrassa, lucida, asciuga e non lascia aloni!

A cura di | 3 Maggio 2018

Lavare i lavelli o il piano fornelli in acciaio Inox non è mai stato così facile. È finito il tempo di avere 3 panni diversi, uno per sgrassare, uno per sciacquare, uno per asciugare; con la nuova tecnologia di Panno21, in tessuto con laminato in poliuretano. È come una pelle di daino con maggiore capacità di assorbimento, non lascia aloni in nessuna situazione, lavabile in lavatrice, riutilizzabile all’infinito. Continua lettura

La nuova colla cianoacrilica, evoluzione dell’Attak, in esclusiva su YouTools

A cura di | 20 Aprile 2018

Quando togli la grande marca, puoi avere una ottima qualità e un prezzo inferiore?

Continua lettura

Offerte di ottobre

A cura di | 6 Ottobre 2017

Come ogni mese la nostra ferramenta online propone nuove offerte preparate per farvi risparmiare! Abbiamo selezionato tantissimi prodotti per ogni categoria e potete trovarli tutti qui , suddivisi ed ordinati per facilitare la vostra ricerca. Interessantissime le promozioni sugli elettrotutensili Evolution, Strike e Bosch rinnovate dopo il successo di settembre.